Menu

Anche nel Municipio VI inizia il Porta a Porta

Da martedì 10 luglio il nuovo modello di raccolta differenziata porta a porta partirà anche nel VI Municipio. Si inizia con oltre 10mila cittadini di Fontana Candida ai quali si aggiungeranno dal 23 luglio altri circa 13mila abitanti di Due Leoni.

Secondo il nuovo calendario i cittadini del quartiere Fontana Candida inizieranno martedì sera con la raccolta di organico e carta, giovedì insieme all’organico esporranno il bidoncino dedicato a plastica e metalli mentre domenica consegneranno organico e scarti indifferenziati.

In queste settimane sono stati consegnati i nuovi contenitori dotati di etichetta elettronica per registrare gli svuotamenti di ogni singola utenza e per tenere da subito sotto controllo il servizio. Questo permetterà di far pagare meno chi ricicla di più quando il sistema sarà esteso a tutti i cittadini di Roma.

Con questi ulteriori passi avanti, entro la fine dell’estate saranno oltre 72mila i cittadini serviti dal nuovo modello di raccolta che ha fatto registrare nelle sue prime applicazioni alte percentuali di raccolta differenziata, buona qualità dei materiali riciclabili raccolti e strade pulite e decorose.

Andiamo avanti con la nostra programmazione. Noi non ci fermiamo.

Leggi tutto...

Axa al 93% di differenziata

Nella prima settimana la nuova raccolta “porta a porta” avviata all’Axa, un quartiere nel X Municipio nella periferia sud di Roma, ha ottenuto numeri incoraggianti: la differenziata ha toccato il 93%. Merito soprattutto dei cittadini e del nuovo modello di gestione dei rifiuti. I primi risultati concreti stanno finalmente arrivando e ci fanno capire che siamo sulla buona strada. Quando riusciremo ad estendere questo sistema a tutta la città, il cambiamento sarà completo. 

Dopo la sperimentazione più che positiva che abbiamo avviato nel quartiere ebraico, dove la raccolta differenziata ha raggiunto l’85% e le strade sono tornate pulite, la raccolta “porta a porta” nel X Municipio rappresenta un ulteriore tassello del nostro piano. Presto partirà anche in altri quartieri dei Municipi VI e X ma stiamo per intervenire anche a San Lorenzo e Trastevere che diranno addio ai cassonetti per strada. Anche in queste zone arriva il sistema con contenitori intelligenti dotati di etichetta Rfid (si tratta di microchip che permettono il riconoscimento dell’utente e quindi – quando andrà a regime – consentirà di far pagare di meno a chi differenzia di più).

Passo dopo passo prende forma il piano per rendere Roma pulita, all'avanguardia e rispettosa dell’ambiente.

 

Leggi tutto...

A Trastevere 1 su 4 non pagava l'AMA

Abbiamo scoperto altri 3mila “scrocconi della spazzatura”. Persone che in questi anni hanno sporcato la città non pagando mai le tasse. È terminata la mappatura delle utenze nei quartieri di Trastevere e San Lorenzo, e anche lì l’Ama, l’azienda che si occupa della gestione dei rifiuti nella nostra città, ha trovato delle utenze fantasma.

Solo a Trastevere sono spuntati circa 1.800 scrocconi: delle oltre 8mila utenze domestiche censite il 29%, pari a 1.791, non esistevano negli elenchi di chi paga le tasse. Si tratta di cittadini che hanno vissuto sulle spalle degli altri, che non hanno portato rispetto alla loro città ma soprattutto a tutti noi romani. A San Lorenzo invece sono state censite 6.974 utenze: il 25% in più rispetto a quanto risultava nella banca dati, pari a 1.381 utenze fantasma.

Queste si vanno ad aggiungere alle oltre 47mila utenze fantasma già individuate nei Municipi VI e X dove in alcuni quartieri è partita la nuova raccolta differenziata porta a porta. Tutte insieme, sono oltre 50mila: poiché ad ogni utenza corrispondono più persone praticamente gli scrocconi sono oltre 125mila. Vi faccio un esempio per capire di cosa stiamo parlando: è come se un’intera città grande come Sassari o come Latina non pagasse il servizio di raccolta e la tassa sui rifiuti.

Questo degli scrocconi è uno scandalo a cui stiamo mettendo fine. Anche perché queste persone fantasmi non lo sono più. E ora dovranno pagare, come fanno tutti gli altri cittadini, la tassa sui rifiuti.

Leggi tutto...

Al via il Porta a Porta per le attività commerciali

AGGIUDICATO SERVIZIO 'PORTA A PORTA' PER OLTRE 46MILA UTENZE COMMERCIALI
È stato aggiudicato il servizio di raccolta differenziata "porta a porta" per le utenze non domestiche dei Municipi I, VI, VIII, X, XII, XIII, XV, che coinvolgerà oltre 46mila attività commerciali. Si tratta dei primi 8 lotti del bando di gara n. 2/2018, suddiviso in 16 lotti territoriali (2 per il I municipio e 14 per ciascuno dei restanti municipi cittadini), relativo all'affidamento del servizio di raccolta "porta a porta", trasporto e conferimento presso centri di trattamento/recupero dei rifiuti organici, multi-materiale leggero (imballaggi in plastica e metallo), cassette in plastica (coma da convenzione con il Co.N.I.P.-Consorzio Nazionale Imballaggi Plastici), vetro, carta, cartone e residuo non differenziabile provenienti da attività di ristoro (ristoranti, pizzerie, pub, bar, ecc.) e da altre utenze non domestiche su strada (negozi, alberghi, edicole, tabacchi, ecc.). Rispetto al precedente appalto ancora in corso (in 6 lotti) il bando in oggetto fissa un forte aumento delle utenze servite, che passeranno complessivamente, una volta aggiudicati anche i restanti 8 lotti, dalle circa 20 mila attuali ad oltre 85mila (+315%). In particolare, il I municipio quintuplicherà il numero di utenze non domestiche con servizio dedicato esternalizzato passando da 5mila a oltre 26mila. Lo comunica Ama in una nota.
L'obiettivo del nuovo bando è di fornire un servizio più razionale ed omogeneo con l'impiego di un unico soggetto (anziché più soggetti come finora) che si occuperà del ritiro di tutte le frazioni, compresi per la prima volta i rifiuti indifferenziati non riciclabili, anche al fine di ottenere una sensibile riduzione degli stessi (e conseguenti minori costi di trattamento). Ingente l'incremento atteso del quantitativo di materiali differenziati raccolti che potranno così essere avviati a recupero di materia: da 115mila tonnellate ad oltre 200mila tonnellate, in linea con quanto previsto nel piano industriale Ama 2017-2021. Dalle utenze non domestiche, a regime, si stima di raccogliere circa 112mila tonnellate di materiali organici, 56mila tonnellate di carta e cartone, 20mila tonnellate di vetro e 11mila tonnellate di multi-materiale leggero. Oltre alla valorizzazione di maggiori quantitativi raccolti della differenziata, il beneficio ambientale atteso è la riduzione dei rifiuti non riciclabili: quasi 100mila tonnellate di indifferenziato in meno da avviare a trattamento/smaltimento. Gli scarti alimentari e organici verranno raccolti tutti i giorni per le attività di ristoro, mentre le altre frazioni verranno prelevate nelle diverse tipologie di utenza (ristoro e non ristoro) con frequenze da 3 a 1 volta a settimana. E' infine previsto un rafforzamento dei sistemi tecnologici di tracciamento sul territorio per monitorare il servizio e rendicontarlo.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Meteo a Roma

Partly Cloudy

26°C

Roma

Partly Cloudy

Humidity: 59%

Wind: 6.44 km/h

  • 23 Sep 2018

    Partly Cloudy 28°C 18°C

  • 24 Sep 2018

    Scattered Showers 28°C 20°C

RomainFORMA è una libera iniziativa di cittadini che vogliono far conoscere le reali attività del Comune di Roma e dei suoi Municipi.

Aiutaci a diffondere questa iniziativa e a sostenerne le spese con una libera donazione.

 

Log In or Iscriviti

Password dimenticata? / Nome utente dimenticato?